home page - chi siamo - contattaci - collaborazioni - statuto.pdf - foto e panorami - parchitani nel mondo

 

 


Le Confraternite religiose

Foto di gruppo delle Confraternite di Altofonte
Tracciare una storia delle “confraternite” di Altofonte è un’impresa ardua poiché essa si basa soprattutto su fonti orali. La nascita delle maggiori associazioni religiose di Altofonte risale ad un periodo compreso tra i primi del Seicento e la metà del Settecento.

La Confraternita della “Sacra Famiglia” nacque con il fine peculiare di rendere culto a Gesù, Maria e Giuseppe e di uniformarsi alla carità e alle virtù che

animarono la Sacra Famiglia. Caratteristica è la ricorrenza di San Giuseppe (generalmente celebrata la prima domenica dopo il 19 Marzo, quando questo stesso giorno non cade di domenica): alla fine delle Messa Solenne viene imbandita nella Piazza di Altofonte la cosiddetta “Tavulata ì San Giuseppe”, alla quale partecipano personaggi rappresentanti la Sacra Famiglia, che mangiano la tradizionale “pasta con le sarde”. Al termine, a tutti coloro che hanno assistito alla “Tavulata”, viene distribuito il pane di San Giuseppe, precedentemente benedetto dal parroco. Molto particolare è anche la Novena di Natale per i tipici canti natalizi in dialetto siciliano. Tale confraternita ha oggi sede nella cripta sottostante la chiesa del Collegio di Maria.

La Confraternita della “Sacra Veglia” venne fondata nel 1633 per opera di Padre Luigi La Nuzza con lo scopo di venerare il SS. Sacramento. Questa associazione aveva tra gli scopi quello di riunirsi la sera di ciascun sabato dell’anno e la mattina delle domeniche seguenti nella chiesa del Convento e pregare davanti al SS. Sacramento: da qui il termine di “Sacra Veglia”. Tale pratica era riservata soltanto agli uomini di ogni età e tradizionalmente non doveva eccedere il numero di ottanta confrati. Si Racconta che per sconfiggere il pericolo di una frana che poteva originarsi da una grande fenditura presso il monte Moarda causata da una forte alluvione padre La Nuzza convinse i parchitani impauriti e confusi a dar vita alla Comgragazione “a Sacra Vigghia”. Si dice pure che se scomparirà questa confraternita la Moarda potrebbe ritornare a cadere e a fare paura. Oggi la confraternita ha sede nei locali della Chiesa Santa Maria di Altofonte.

La Confraternita delle “Cinque Piaghe” venne fondata nel 1731, ma aveva preso avvio già prima, grazie alla predicazione di Padre Luigi La Nuzza. Scopo primario dell’associazione è la frequenza ai Sacramenti.La Confraternita ha sede nei locali della Chiesa di Sant’Antonino, sita nella piazza del paese.

La Confraternita dell’ “Immacolata Concezione” venne fondata il 15 febbraio 1778, e il parroco che si trovò a presiedere l’atto fu Padre Bartolomeo Gioito. I primi confratelli che abbracciarono la causa della confraternita furono 72; la storia della congregazione, però, risale al 1771, quando l’Arcivescovo Testa diede il permesso orale di istituirla. I primi confrati si riunirono ogni domenica sera per tre anni; tuttavia ricevuti i capitoli (cioè le norme organizzative approvate dal Papa e dal Re), la confraternita si intiepidì e venne a scomparire, per poi riprendere appunto nel 1778. Fini della congregazione erano quelli di indirizzare i confrati a una vita veramente cristiana, attraverso la carità e la misericordia verso il prossimo. Molto caratteristico è lo svolgimento di tutte le celebrazioni riguardanti l’Immacolata Concezione e, in particolare, il cosiddetto “Mattutino”, che si svolge nella notte dell’8 Dicembre. Consiste nel percorrere le vie del paese per richiamare i Confratelli fra canti e assaggi di pietanze varie, per poi recarsi in Chiesa ed assistere alla Santa Messa del mattino. Oggi la confraternita ha i suoi locali in Via Collegio.

La Confraternita del “Santissimo Sacramento" , conosciuta anche come confraternita di “San Michele”, venne fondata il 16 Febbraio 1574. Di essa si posseggono due Statuti: uno del 1718 e l’altro del 1829, entrambi approvati all’epoca dal Papa e dal Re. Fini della congregazione sono il culto del Santissimo Sacramento, la partecipazione dei confrati alla S. Messa, l’esercizio della virtù cristiane. Oggi la confraternita ha sede presso la Cappella Normanna, situata alle spalle della Chiesa Santa Maria di Altofonte, intitolata proprio a San Michele.

Fra le congregazioni femminili ricordiamo la “Milizia dell’Immacolata”, la “Congregazione della SS. Madonna del Carmelo”, la “Congregazione delle Figlie di Maria” e la “Congregazione del SS. Cuore di Gesù”.

 

 

Confraternite

Confraternite

Confraternite

Confraternite

Confraternite

Confraternite

Confraternite

Confraternite

 

 

 

________________________________________________________________________________________

Il sito è stato realizzato interamente da Dino Adornetto - ©2008 Associazione turistica Pro Loco Altofonte - I contenuti di questo sito sono di proprietà esclusiva dell'Associazione
E' vietato pertanto qualsiasi utilizzo di testi, immagini o altro da parte di terzi senza l'espresso consenso dell'Associazione.