home page - chi siamo - contattaci - collaborazioni - statuto.pdf - foto e panorami - parchitani nel mondo

 

 


Il Crocifisso Nero

Il Crocifisso Nero

Agli Altofontini è caro il Crocifisso Nero, attualmente collocato presso la cappella dell’Addolorata nella chiesa Santa Maria di Altofonte .
Si tramanda che il Crocifisso Nero fosse inizialmente collocato presso la cappella del Baglio Romei, presso l’antica via d’accesso al paese.

Il colore nero spicca, ma per il parchitano ha il simbolo della salvezza, spirituale e storica, dai pericoli terreni quali pestilenza, carestie, terremoti ed invasioni islamiche.

Il Cristo che si fa carico dei peccati dell’uomo, per salvarlo da quelli, diventa nero; diventa ancor più messaggio di salvezza quando il nero è  il colore della crocifissione.

Il colore nero secondo l’Islam è la luce divina per eccellenza, ed è partendo dal bianco il colore finale quello della beatitudine, del perfezionamento e dell’estasi.

Secondo la tradizione per due volte dal Baglio Romei fu trasportato nella chiesa Madre e per due volte misteriosamente fu ritrovato, l’indomani, nell’antico sito; solo la terza volta portato in processione con onore e devozione da fedeli e autorità ecclesiastiche, il Crocifisso Nero non si movette più.

In certi momenti storici i parchitani , vollero cambiare il colore del Crocifisso, fu tutto vano perchè quando passavano la pennellata di colore bianco, come d’incanto tornava di nuovo nero; anche il padre del parroco Guercio, tentò tale operazione, ma nel momento, in cui passò il pennello intriso di bianco sulla superfice del Crocifisso, subito il bianco si trasformò in nero.

 

Il Crocifisso nero in una cartolina antica

 

 

________________________________________________________________________________________

Il sito è stato realizzato interamente da Dino Adornetto - ©2008 Associazione turistica Pro Loco Altofonte - I contenuti di questo sito sono di proprietà esclusiva dell'Associazione
E' vietato pertanto qualsiasi utilizzo di testi, immagini o altro da parte di terzi senza l'espresso consenso dell'Associazione.